FotografIn

Originalsprache: de      Artikel vorhanden in: it 
 
Name, Vorname Brunel, Antonio   
21.10.1872 Lugano TI - 29.08.1949
   
Fotografengattungen Fotograf
   
Arbeitsort(e) Bellinzona TI um 1889 - um 1941
Biasca TI um 1900 -
   
Umfeld Collaborazione con Ludovico Brunel e Italo Brunel.
Successore di .
Predecessore di .
Probabilmente una collaborazione intermittente con Ugo Molo.

Membro della famiglia dei fotografi Brunel.
Figlio di Grato Brunel.
Nipote di Ludovico Brunel.
Padre di Italo Brunel.
   
Werdegang Nel 1889 si stabilisce a Bellinzona e si avvia alla professione di fotografo presso suo zio Ludovico. Alla scomparsa di quest’ultimo, nel 1900, gli subentra nella conduzione dello stabilimento di Piazza del Sole. Nel corso del decennio 1910-1920, lo studio è trasferito da Piazza del Sole in Viale della Posta, poi, nel 1926, nella palazzina progettata da Adolfo Brunel, fratello di Antonio, in Via Métropole (poi Via Pellandini 1). La produzione di A. Brunel, incentrata sul Bellinzonese, riflette lo sviluppo urbano e infrastrutturale della Capitale nei primi tre decenni del XX secolo, nonché la vita delle istituzioni e dei sodalizi del distretto. Attorno al 1900, risulta aver gestito anche una succursale a Biasca, nella casa dello scultore Torti. L’attività è rilevata dal figlio Italo Brunel, associato alla ditta sin dal 1922.
   
Bestände (Name, Zeitraum) Allgemeine Sammlung ,   Institution: Museum für Kommunikation
Collezione fotografica della Fondazione Pellegrini Canevascini ,   Institution: Fondazione Pellegrini-Canevascini
Fondo Brunel-Bernasconi ,   Institution: Archivio di Stato del cantone Ticino
   
Sekundärliteratur Cambin, Gastone: Brunel di Lugano. Famiglia di architetti e fotografi, Lugano, s.n. 1968.
Fonoteca Nazionale Svizzera (Hg.): Il patrimonio musicale e audiovisivo degli archivi e biblioteche del cantone Ticino. Rapporto finale, Lugano 2004.
Talamona, Gianmarco: Storie di fotografia. Il Ticino, i ticinesi e i loro fotografi nella collezione fotografica dell'Archivio di Stato, 1855–1930, Bellinzona, Edizioni dello Stato del Cantone Ticino 2020, www4.ti.ch/fileadmin/DECS/DCSU/ASTI/Documenti/Storie_di_fotografia_01.pdf .
   
Gruppenausstellungen 2020, Bellinzona, Castelgrande, Storie di fotografia. Il Ticino, i ticinesi e i loro fotografi nella collezione fotografica dell'Archivio di Stato, 1855–1930.
   
AutorIn Gianmarco Talamona (ASTi), Marc Herren
   
Letzte Aktualisierung 09.09.2021